Ma che bel cestino! marcondiro dirondello….

E’ il periodo del macramè, è indiscutibilmente ovvio per me 🙂

Cestino frutta - Macramè

Cestino frutta – Macramè

Mi sto divertendo come una picchia ad annodare, prima il cordoncino e ora lo spago, prima per fare un bracciale e ora per qualcosa per la casa.

Ho trovato l’idea in Fiera, ad Abilmente di autunno e subito ho voluto provarci… quanta soddisfazione!

Alla fine non sono altro che nodi, quelli che da bambini si facevano per i braccialetti in cuoio, i leggendari scubidoo.

In termini più tecnici si tratta di alternare a giri il “punto” del nodo piatto in macramè; la base è costituita da una sagoma in cuoio bucata da dove partire per gli intrecci. Insomma replicabile facimente 🙂

L’unico inconveniente? Lo spago in canapa, date le dimensioni, non si presta a un intreccio senza opporre un filino di resistenza e quindi vai di forza… mi sono sentita un marinaio 😀

E ora quante altre applicazioni mi vengono in mente… tra poco è Natale!

 

Annunci

Quando la tradizione diventa moda

Ed ecco un altro desiderio realizzato…. sono riuscita a fare qualche cosa utilizzando il macramè, questa tecnica antica della tradizione ligure.

Bracciale macramè

Bracciale macramè

Nodo dopo nodo, con molta pazienza e passione, ho applicato i punti antichi per realizzare un oggetto moderno, attuale che, specie in questo momento, sta vivendo una seconda giovinezza.

L’effetto è garantito ed è semplice da realizzare: chi non è capace di fare nodi? 🙂

Grazie Rosalba!!!

Abilmente autunno 2014 … il racconto

… e alla fine ce l’ho fatta e sono andata :))) una giornata incredibile!

quante donne, quanta creatività, quante idee!!!

Abilmnete autunno 2014

Abilmnete autunno 2014

La fiera era più grande di quanto ricordassi e gli stand sono aumentati: ottima la suddivisione per tematica, tutto ordinato e nonostante la grande affluenza, per fortuna all’apertura non erano arrivati ancora tutti i pulman, si riusciva a curiosare e ad assistere alle numerose dimostrazioni. Ora capisco perchè si poteva accedereper più giorni, uno solo non è sufficiente.

Cosa ho notato? Tantissime cose: dal cake design, per cui sì confesso anche io mi sono comprata gli strumenti del mestiere alla colla super tedesca, quella che incola i tessuti e non si stacca più…il bello di questa fiera è proprio l’opportunità di confrontarsi con tecniche e prodotti non solo italiani: dalla Germania alla Francia per le applicazioni con il ferro da stiro oppure alla Spagna con delle casette da costruire che arredano magnificamente! … ma il mio obiettivo era il macramè e finalmente ce l’ho fatta!!!

Mi sono iscritta a un corso e ho ritrovato le mie amiche di Genova, perchè i genovesi sono tutti amici, e mi sono fatta travolgere da questa arte antica che l’Associazione De Fabula ha saputo rinnovare applicandola alla moda!

Macramè - Associazione De Fabula

Macramè – Associazione De Fabula

Ho potuto scegliere tra vari modelli e sono sata fortunata perchè sono stata seguita dalla paziente esperta Rosalba che ha saputo trasmettermi la passione e spero anche un po’ di tecnica per riuscire a proseguire il bracciale.

Il macramè è una tecnica semplice, tutte sappiamo fare dei nodi e con un po’ di ordine si possono creare delle vere opere d’arte che con la creatività si trasformano in oggetti da indossare o applicazioni per vestiti.

Ricorda un po’ il tombolo per l’intreccio dei fili e la disposizione del lavoro su un cuscinetto appuntato con spilli e un po’ il chiaccherino per la questione dei nodi… insomma un perfetto equilibrio.  Penso di essere stata agevolata conoscendo entrambe le tecniche e poi la mia motivazione era molto forte: il macramè appartiene alla tradizione della mia famiglia e volevo approfondire il discorso… e sono solo all’inizio.

Il tempo è volato ed è sempre così quando ci si diverte e si respira un’aria di complicità tra donne, tutte legate dalla passione del ricamo. Un suggerimento? Dare più risalto a queste arti antiche e spero di trovare questa area rinnovata anche nella disposizione degli stand, quest’anno forse l’area meno valorizzata.

Comunque … gran successo e tutto meritato! Ci vediamo alla prossima 🙂